Come pulire il tappeto elastico

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Manutenzione del tappeto elastico: come pulire il tappeto elastico correttamente

I tappeti elastici sono un elemento di grande attrazione e divertimento per i bambini, che possono trascorrere ore a saltare e giocare all'aperto, soprattutto durante la bella stagione. Nonostante ciò, possono trasformarsi in strumenti potenzialmente pericolosi se non vengono mantenuti adeguatamente, e in questi casi, il rischio di incidenti può aumentare notevolmente. Quindi, per assicurarsi un divertimento sicuro e duraturo, è essenziale sapere come pulire un tappeto elastico e come eseguire una manutenzione del tappeto elastico corretta e appropriata.

La manutenzione del tappeto elastico dovrebbe essere un'attività programmata durante tutto l'anno, indipendentemente dalla stagione. Prendersi cura del proprio tappeto elastico non solo ne prolungherà la vita utile, ma consentirà anche a voi e ai vostri cari di godervelo per molti anni a venire.

Ma quali sono le azioni specifiche da intraprendere per mantenere il tappeto elastico in buone condizioni? E come pulire un tappeto elastico efficacemente? Scopriamolo insieme nel nuovo articolo di Poogarden.


Perché eseguire la manutenzione del tappeto elastico?


Gli elementi di un tappeto elastico sono tanti, ma non tutti hanno bisogno delle stesse attenzioni per essere mantenuti in ottime condizioni.

Solitamente, il telaio e le molle di un tappeto elastico sono in acciaio o comunque zincate e quindi particolarmente resistenti alle intemperie di qualunque natura. Gli elementi più deboli nei confronti dell’esterno sono i vari tessuti morbidi, tra cui il tappeto elastico stesso ed eventuali reti contenitive.

 

Questi teli sono particolarmente sensibili alle azioni di una lunga serie di elementi che potrebbero danneggiarli permanentemente. Andiamo a vederne alcuni:

  • Polvere e sabbia: polvere e sabbia possono infilarsi nella trama del tappeto elastico rendendolo rigido e meno responsivo alle sollecitazioni meccaniche;
  • Rami e sassi: rami e sassi possono bucare o strappare il tappeto, andando non solo a comprometterne il funzionamento ma anche a renderlo inutilizzabile;
  • Pioggia e acqua: piogge incessanti dei periodi autunnali possono rendere impossibile per i tessuti l’asciugatura completa, e il perenne stato umido del tappeto finirebbe per farlo marcire e comprometterne il funzionamento;
  • Neve: la neve può depositarsi sopra al telo e mantenerlo sotto una massa costante, andando ad allentare il tessuto elastico e ad indebolirlo;
  • Vento: forti venti possono ribaltare il vostro tappeto elastico, con il rischio di andare a danneggiare la struttura stessa;

 

Ora che conoscete tutti gli elementi che possono danneggiare il vostro tappeto elastico, andiamo a vedere come comportarci per garantirne il funzionamento.

 

Come pulire il tappeto elastico

In caso di sabbia e polvere depositate sul nostro tappeto elastico, è bene cercare di evitare di salire sopra al telo durante la fase di pulizia. Durante la stagione estiva, salvo casi di siccità o periodi prolungati senza piogge, si può sciacquare il telo con il tubo dell’acqua prestando attenzione a pulire tutta la superfice correttamente. Passare poi un panno asciutto per accelerare i tempi di asciugatura del telo elastico può essere un’ottima idea, soprattutto se la pulizia è stata eseguita la sera tardi oppure a fine stagione, quando il sole non scalda con la stessa potenza dei periodi centrali della giornata.

Le foglie e i sassi possono essere rimossi con una semplice spazzata di scopa, prestando però molta attenzione a eventuali rocce o pietre dai bordi aguzzi e taglienti che, sfregate contro il telo, potrebbero strapparlo. Questo tipo di sassi vanno raccolti a mano, per sicurezza.

Anche eventuali rami e bastoni vanno raccolti a mano, avendo cura di non trascinarli sul telo in quanto potrebbero incastrarsi e tagliarne la trama elastica.

In inverno è opportuno coprire il telo elastico con un rivestimento protettivo impermeabile per impedire alla pioggia di rovinare il tappeto. Soprattutto, in caso di nevicata, è opportuno spalare la precipitazione non appena possibile per evitare che il peso della neve o dell’acqua una volta disciolta tengano in tensione il tappeto per periodi di tempo eccessivamente lunghi. Se vivete in un ambiente caratterizzato da clima eccessivamente rigido, vi consigliamo di smontare la struttura con l’arrivo di autunno e inverno e di rimontarla una volta tornata la bella stagione.

 

Come eseguire la manutenzione del tappeto elastico

Pulire il tappeto elastico è importante, ma non è tutto. Soprattutto dopo lunghi periodi di inutilizzo, come con l’arrivo della bella stagione, è bene eseguire un controllo accurato ed una eventuale manutenzione al nostro tappeto elastico.

Ma a cosa prestare attenzione, di preciso?

  • Controllate innanzitutto lo stato del telaio, che deve essere completo in ogni sua parte e non presentare nessuna deformazione o rottura di sorta.
  • Passate poi ad un controllo delle molle, che devono avere la giusta tensione e che siano tutte presenti. Controllate che nessuna molla sia deformata e che non ci sia niente di incastrato fra le spire d’acciaio.
  • Controllate poi il telo elastico, che non deve presentare smagliature, strappi o tagli. Dovrà sembrarvi come nuovo, o al limite scolorito, ma dal punto di vista meccanico non deve presentare assolutamente nessuna deformazione.
  • Particolare attenzione va anche dedicata ai cuscini di protezione, che devono essere morbidi e ben posizionati sulla struttura. Anche il loro fissaggio deve essere bello solido e non allentato e cedevole.
  • Una volta controllati tutti questi elementi potrete procedere con la manutenzione del tappeto elastico, andando a sostituire tutte le componenti danneggiate.

 

Se siete alla ricerca di un tappeto elastico per il vostro giardino capace di regalarvi ore di divertimento, guardate il nostro sito: https://www.poolgardens.it/91-tappeti-elastici

 

Prodotti correlati

Aggiungi un commento

 (con http://)